Torta al peperoncino

torta al peperoncino2 torta al peperoncino3 torta al peperoncino4Nuova ricetta provata per il Cakes Lab… abbinamento che avevo già provato in versione “mug cake” (qui), cioccolato e peperoncino devo dire che non deludono insieme… certo, ci vuole misura, perchè altrimenti diventa una tortura più che un piacere, ma se si riesce a dosare bene è una vera delizia….

detto questo vi lascio alla ricetta di Knam, la torta al peperoncino, che trovate qui 🙂

Crostata alla crema pasticcera e marmellata di arance

Metti che con il Cakes Lab questo mese si stia testando un libro sui macaron, mito della pasticceria contemporanea che, guarda caso, non hai mai provato…. e cosa fai se tra un tentativo e l’altro ti avanzano un discreto numero di tuorli? si inventa una buonissima crostata con la crema pasticcera, per la gioia del marito fan sfegatato delle crostate… 🙂

crostata crema e marmellata1

Facile di esecuzione, vi porterà via davvero poco tempo questa crostata ed il risultato è davvero ottimo…

crostata crema e marmellata2

Crostata alla crema pasticcera e marmellata di arance
Autore: 
 
per uno stampo da 20 cm di diametro
Ingredienti
  • *PASTA FROLLA*
  • 220 gr di farina
  • 110 gr di burro
  • 90 gr di zucchero
  • 1 uovo piccolo
  • scorza grattugiata di limone non trattato
  • *CREMA PASTICCERA*
  • 200 gr di panna da montare
  • 300 gr di latte
  • 6 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • 20 gr di maizena
  • 20 gr di farina
  • 1 pizzico di cannella
  • 2 chiodi di garofano
  • buccia di limone non trattato
  • *marmellata di arance q.b. *
Preparazione
  1. Preparate la pasta frolla:
  2. nel un robot da cucina (quello con le lame) o nella planetaria mettete il burro freddo a pezzetti e la farina e fate andare qualche secondo fino ad avere un composto bricioloso (volendo questo passaggio è possibile farlo anche a mano, cercando però di scaldare il burro il meno possibile).
  3. Trasferite il composto in una terrina ed unite zucchero, uovo e buccia di limone grattugiata e formate una palla maneggiando il meno possibile la pasta frolla.
  4. Ponete in frigorifero non meno di mezz'ora.
  5. Preparate quindi la crema pasticcera:
  6. mettete sul fuoco a scaldare la panna da montare con il latte a cui avete aggiunto la buccia di un limone non trattato tagliata a strisce, i chiodi di garofano ed un pizzico di cannella. Portate quasi ad ebollizione.
  7. Sbattete i tuorli con zucchero e le farine.
  8. Quando il latte sarà caldo versatelo a poco a poco sul composto di uova avendo cura di filtrarlo con un colino per eliminare le bucce di limone ed i chiodi di garofano.
  9. Ponete il composto di uova e latte sul fuoco e cuocete mescolando con una frusta fino a che la crema non si sarà addensata e riprenderà il bollore. Spegnete.
  10. Fate freddare mettendo della pellicola per alimenti a contatto con la crema per evitare la formazione della crosticina.
  11. Stendete quindi la frolla e rivestite lo stampo.
  12. Cuocete in bianco la pasta frolla (mettete un foglio di carta forno sopra alla pasta stesa e versateci del riso, o fagioli o gli appositi pesetti se li avete) per circa 15 min a 180°.
  13. Sfornate la crostata, eliminate la carta forno e i pesi e versate la crema pasticcera nel guscio di frolla, livellandola un po'.
  14. Infornate nuovamente per circa 20 min. o finchè la frolla inizia a colorirsi.
  15. Una volta fredda spalmate sulla crostata la marmellata di arance a piacere.

crostata crema e marmellata3

Sia la crema pasticcera che la frolla di questa crostata devo dire che sono tra le mie preferite, per cui vi consiglio di prendere nota ed usarle anche per altre preparazioni, per me sono davvero buone e versatili (ovviamente alla crema basterà cambiare aromi per avere risultati adatti ad ogni altra ricetta).

 

Con questo post partecipo al Giveaway di Vaty: Food & Travel per la categoria food (ovviamente) 🙂

Giveaway-Vaty-Thai-pianist

Crostata con le mele, bacche rosse e mandorle

Non sono una persona che ama l’autunno, la “mia” stagione è la tarda primavera….

Quando arriva l’autunno, le giornate diventano grigie e si avvicina il “triste inverno” la cosa che mi tira un po’ su il morale è che con il caldo che scema si può accendere il forno senza sudare sette camicie e riassaporare quei gusti ricchi e speziati che abbiamo accantonato d’estate, e questa, se non altro, è una cosa che mi piace.

crostata-mele-bacche-rosse-mandorle1

Oggi, per valorizzare le mele, frutto che in autunno dà il meglio di sè, ho pensato di aggiungere invece della classica cannella (pur buonissima), dei frutti rossi essiccati (comodissimi da tenere in dispensa e tirare fuori al momento giusto), delle mandole e giusto un pizzico di cardamomo…

crostata-mele-bacche-rosse-mandorle2Per la frolla ho voluto provare una così detta “frolla comune” impastata col metodo sabbiato, per renderla più friabile (anche se ho trovato in alcuni testi che per la frolla comune è indifferente utilizzare il metodo tradizionale o quello sabbiato), comunque il risultato a me è piaciuto molto, ve la consiglio.

crostata-mele-bacche-rosse-mandorle3

Crostata di mele, bacche rosse e mandorle
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
per una teglia da 23/25 cm
Ingredienti
  • 250 gr di farina 00
  • 125 gr di burro freddo
  • 100 gr di zucchero
  • 1 uovo piccolo
  • scorza di limone (non trattato) grattugiata
  • 4 mele (650/700 gr circa prima di essere pulite)
  • 40 gr di burro
  • 40 gr di bacche essiccate (le mie composte da: mirtilli, mirtilli rossi e bacche di goji)
  • il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • due manciate di mandorle a lamelle
  • (opzionali 3 bacche di cardamomo)
Preparazione
  1. Preparate la pasta frolla:
  2. nel un robot da cucina (quello con le lame) o nella planetaria mettete il burro freddo a pezzetti e la farina e fate andare qualche secondo fino ad avere un composto bricioloso (volendo questo passaggio è possibile farlo anche a mano, cercando però di scaldare il burro il meno possibile).
  3. Trasferite il composto in una terrina ed unite zucchero, uovo e buccia di limone grattugiata e formate una palla maneggiando il meno possibile la pasta frolla.
  4. Ponete in frigorifero non meno di mezz'ora.
  5. Mentre la frolla si rassoda in frigo, sbucciate le mele e tagliatele a spicchietti.
  6. In una padella antiaderente mettete a fondere il burro, unite le mele, il succo di limone, due cucchiai di zucchero di canna, le bacche e una manciata di mandorle a lamelle (e, se vi piace il cardamomo, l'interno di 3 bacche pestato per ridurlo a polvere).
  7. Fate cuocere circa 5/10 minuti (dipende dal tipo delle mele, dovranno perdere un po' di croccantezza, ma non essere cotte).
  8. Rivestite una teglia da crostata con la pasta frolla e versate la frutta all'interno.
  9. Cospargete con le lamelle di mandorle rimaste e infornate.
  10. Cuocete in forno statico a 170/180° per circa 40 min.

crostata-mele-bacche-rosse-mandorle4

Apple Pie

Era  tanto che volevo provare la Apple Pie.

L’occasione si è presentata con il libro di Laurel Evans “American Bakery” testato dal Cakes Lab….

apple pie 4clapple pie 1cl

Apple Pie
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Ingredienti per una torta da 22 cm di diametro:
Ingredienti
  • Pie Crust doppia (crosta per pie):
  • 320 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 220 gr di burro
  • 1 cucchiaio di aceto
  • Per la farcia:
  • 8 mele (miste tra Granny Smith e Fuji) sbucciate private del torsolo e tagliate in 12 spicchi
  • 100 gr di zucchero + extra per la finitura
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • sale
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 50 gr di burro
  • 20 gr di maizena
  • 1 uovo leggermente sbattuto con 1 cucchiaino d'acqua
Preparazione
  1. Preriscaldate il forno a 215° C.
  2. Preparate la crosta per pie: tutti gli ingredienti devono essere freddi per evitare che la pasta diventi dura. Mettete la farina in frigorifero per almeno 30 minuti. I pezzetti di burro dovrebbero essere posti in freezer per 10 minuti prima dell'uso.
  3. Nell'apposito contenitore del robot da cucina setacciate la farina, il sale e lo zucchero. Unite il burro e azionate la lama di metallo per ottenere un impasto dalla consistenza molto granulosa.
  4. Versatelo in una terrina, unite l'aceto e 5 cucchiai di acqua ghiacciata e mescolate in fretta con una forchetta. Trasferite su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate rapidamente per non scaldare la pasta è il segreto perchè diventi friabile e non indurisca.
  5. Dividete l'impasto a metà appiattitelo a forma di disco, avvolgetelo nella pellicola alimentare e ponete in frigorifero almeno 1 ora (meglio per una notte) prima di stendere la pasta.
  6. Su una superficie leggermente infarinata stendete metà dell'impasto in un disco di 30 cm di diametro con uno spessore di circa 3 mm., trasferite la pasta in una tortiera del diametro di 22 cm, premetela bene lasciando un'eccedenza di pasta di circa 1 cm e mettete in frigorifero per almeno 30 minuti.
  7. Mentre la torta sarà in frigorifero preparate il ripieno: in una terrina mescolate gli spicchi di mela con lo zucchero, il succo di limone, una presa di sale e le spezie e lasciate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti. Quindi scolatele, mettetele da parte e filtrate il succo in un pentolino. Unite il burro e cuocete a fuoco medio, facendo bollire per circa 5 minuti per creare uno sciroppo.
  8. In un'altra terrina mescolate le mele con la maizena, quindi unite lo sciroppo. Trasferite il composto nella base di pasta fredda concentrando il ripieno al centro. Stendete un altro disco di pasta e appoggiatelo sul ripieno. Rifilatelo a circa 1 cm dall'orlo e premete il bordo su quello della base. Ripiegate il bordo dell'impasto in sotto in modo che sia a livello del bordo della tortiera. Formate delle scanalature lungo il bordo o premete con i rebbi di una forchetta per sigillare bene.
  9. Trasferite la torta in frigorifero almeno 30 minuti. Prima di infornare spennellate la superficie con l'uovo sbattuto e spolverate con un cucchiaio di zucchero.
  10. Effettuate 4 tagli al centro della pasta per far uscire il vapore.
  11. Cuocete al livello più basso del forno per 45-55 min (io l'ho tenuta circa 1 ora, abbassando la temperatura a 200/190 dopo circa quarata minuti). Coprite con un foglio di alluminio se dovesse scurirsi troppo dopo 30 minuti.

 

apple pie 2cl è sparita in un secondo…. 🙂 ah…. provatela tiepida è ancora più buona….

 

 

Torta Principessa di G. Pina

Secondo appuntamento del mese con il Cakes Lab, testando ancora le ricette di Giovanni Pina e del suo libro “Dolci. Manuale pratico di pasticceria”…

torta principessa2

Dopo i biscotti (i krumiri che trovate qui) ho deciso di provare una torta il cui nome è tutto un programma… Torta Principessa!

Una crema leggera di riso, lime e limone su un disco di pasta frolla…. mmmmm….. 😀

torta principessa1

Torta Principessa di G. Pina
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Per 2 torte da 20 cm alte 4.
Ingredienti
  • Pasta frolla ricca 450 gr
  • Crema leggera di riso lime e limone 1150 gr
  • 1) Pasta frolla ricca (per circa 1 kg di impasto a crudo):
  • farina 00 500 gr
  • burro 350 gr
  • tuorlo 100 gr
  • miele d'acacia 10 gr
  • zucchero a velo 125 gr
  • sale 2 gr
  • vaniglia in bacche ½
  • arancia (scorza) ¼
  • limone verde (scorza grattugiata) ¼
  • 2) crema leggera di riso lime e limone:
  • Crema leggera di riso lime e limone
  • riso carnaroli (o valone nano) 80 gr
  • latte 400 gr
  • zucchero 30 gr
  • limone verde (scorza grattugiata) ¾
  • lime (scorza grattugiata) 2
  • latte 130 gr
  • vaniglia in bacche 1
  • tuorlo 60 gr
  • zucchero 45 gr
  • gelatina animale (colla di pesce) 12 gr
  • panna 370 gr
  • zucchero a velo 40gr
Preparazione
  1. Pasta frolla ricca: forma un composto omogeneo con tutti gli ingredienti ad eccezione della farina che unirai in seguito impastando il meno possibile.
  2. Una volta ottenuto l'impasto lascialo rapprendere in frigorifero avvolto in carta da forno.
  3. Prepara quindi il riso cotto nel latte: scalda i 400 gr di latte fino a quando non avrà raggiunto l'ebollizione. Aggiungi poi il riso, i 30 gr di zucchero, la scorza grattugiata di limone e di lime e cuoci mescolando per 16 minuti. Stendi il composto in una teglia, coprilo con una pellicola per alimenti e ponilo in frigorifero.
  4. Tuffa la gelatina animale in abbondante acqua fredda finchè non sarà diventata morbida.
  5. Monta la panna in modo non fermo con lo zucchero a velo.
  6. Scalda i 130 grammi di latte alla temperatura di 80° C.
  7. Mescola, senza montare il tuorlo, i 45 gr di zucchero e la polpa della vaniglia e uniscili al latte caldo. Mescola lentamente con una frusta finchè gli ingredienti non saranno bene amalgamati. Poi cuoci fino a raggiungere la temperatura di 82° C. (State attenti perchè superando la temperatura indicata l'uovo inizierà a rapprendersi!)
  8. Aggiungi a questa crema ancora calda la gelatina animale che avrai precedentemente strizzata in modo delicato tra le mani, e fai raffreddare il prodotto fino a raggiungere la temperatura di 28° C.
  9. (Pina, evidentemente, ha saltato un passaggio perchè non si hanno più informazioni sul da farsi con il riso precedentemente cotto, io l'ho unito a questo punto, prima di unire la panna montata.)
  10. Infine, incorpora questa crema nella panna montata.
  11. Assembliamo il dolce:
  12. Tenendo il tavolo infarinato quanto basta per non fare appiccicare la pasta, stendi con il mattarello i 450 gr di pasta frolla fino a formare uno strato dello spessore di 3 millimetri.
  13. Ritaglia a questo punto due cerchi di pasta di 24 cm di diametro, sollevali molto delicatamente e adagiali in due anelli d'acciaio di 20 cm di diametro, facendo risalire una parete della pasta sulla parete interna: in questo modo otterrai due contenitori di pasta frolla. (Allegata alla ricetta c'è la foto del dolce ma chi lo ha realizzato non ha fatto il contenitore di frolla indicato qui, ma semplicemente una base di frolla, anche io ho voluto semplificarmi la vita facendo semplicemente un disco di 20 cm di diametro che poi ho cotto ed usato come base per la torta principessa.)
  14. Inforna gli anelli e cuoci prt 12 minuti in forno statico preriscaldato a 180° C (155° C. se il forno è ventilato).
  15. Aspetta che la pasta frolla sia completamente raffreddata e poi forma all'interno di ciascuno dei due contenitori uno strato di crema leggera di riso, lime e limone alto 2 cm. Per eseguire questa operazione utilizza un sacchetto da pasticceria munito di bocchetta liscia del diametro di 10 mm. (Io dopo averla messa con il sac à poche ho dovuto stenderla con un cucchiaio, quindi credo che si possa mettere direttamente a cucchiaiate e poi lisciare la superficie).
  16. Poni le torte in congelatore 2 ore. Liberale dagli anelli d'acciaio scaldandoli con una leggera frizione delle mani e servi decorando a piacere con frutta fresca quando le torte avranno raggiunto la temperatura di 8-10° (Io ho messo la torta in frigorifero per 4 ore circa, quando l'abbiamo mangiata era perfettamente rassodata anche senza il passaggio in congelatore).

 

 

Crostata alla crema cotta ananas e lamponi

Questa è la “crostata alla crema cotta ananas e lamponi” di Luca Montersino che ho  provato per il Cakes lab…

crostata alla crema cotta Come vedete, e come ho spiegato nell’articolo del cakes lab, la pochissima frolla indicata nella ricetta ha causato questo disastro perchè quando ho tolto la torta dallo stampo il velo sottilissimo (e pure poco cotto) di frolla si è rotto irrimediabilmente.

Inoltre, nonostante fosse molto buona, ho trovato la crema veramente troppo dolce per cui ho deciso di rifare il dolce a “modo mio”, modificando le dosi… ed ecco il risultato…

crostata alla crema cottaE’ un’altra cosa, vero? 😉

Prima di tutto ho aumentato la dose della pasta frolla, cosa a mio giudizio essenziale, ho aumentato quindi i tempi di cottura (almeno del doppio), ho diminuito lo zucchero della crema e aumentato le dosi dei lamponi e dell’ananas che erano veramente ai minimi termini…

Pasta frolla (questa è la ricetta originale di Luca Montersino, ho solo leggermente diminuito proporzionalmente le dosi, così ne verrà circa 650 gr):

300 gr di farina
180 gr di burro
120 gr di zucchero a velo
48 gr di tuorli
vaniglia
1 pizzico di sale
buccia di limone grattata

Disponete su una spianatoia la farina a fontana. Mettete al centro della spianatoia lo zucchero a velo e i tuorli. Aggiungete il burro a pezzetti e a temperatura ambiente, il sale, la buccia di limone grattugiata e la vaniglia. Lavorate il composto fino a sabbiarlo. Quando l’impatto si sarà compattato, formate un panetto e avvolgetelo con della pellicola o della carta da forno e riponetelo in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti prima dell’utilizzo. Naturalmente potrete utilizzare anche l’impastatrice se preferite.

crostata alla crema cotta

Crostata alla crema cotta ananas e lamponi
Autore: 
 
Per una tortiera da 18 cm
Ingredienti
  • CREMA DA FORNO
  • 320 gr di latte intero fresco
  • 160 gr di panna fresca
  • 200 gr zucchero
  • 145 gr tuorli
  • 30 gr fecola di patate
  • PER LA FINITURA
  • 240 gr di pasta frolla (la ricetta è quella sopra)
  • 200 gr ananas sciroppato (circa 5 fette)
  • 200 gr lamponi
  • gelatina neutra q.b.
Preparazione
  1. Luca Montersino per la crema pasticcera consiglia di montare i tuorli con lo zucchero e poi unirli al latte bollente... ebbene la prima volta che l'ho fatta ho seguito il suo procedimento, la seconda quello classico, con latte caldo, uova e zucchero semplicemente sbattuti: il risutato è identico, quindi fate come preferite.
  2. Perciò per fare la crema ho scaldato il latte e la panna. Ho sbattuto con la forchetta i tuorli con lo zucchero e unito la fecola. Quindi ho unito i tuorli sbattuti al latte e panna caldi ed ho portato a cottura.
  3. Ho foderato con la carta da forno una teglia a cerniera di 18 cm (per fare questo ho prima unto la teglia con del burro ed ho quindi ritagliato un cerchio di carta da forno per la base ed una lunga striscia per i lati). Ho bucherellato la base di pasta frolla.
  4. Ho quindi unito due di fette di ananas sciroppato tagliato a pezzetti alla crema pasticcera.
  5. Ho messo la crema calda nello stampo rivestito di pasta frolla e spianato leggermente con l’aiuto di un cucchiaio, lasciando la superficie ad altezza irregolare.
  6. Infine, ho cotto in forno a 200° C per 20 minuti (per colorire la superficie della crema), quindi a 180° per altri 20/25 min.
  7. Ho fatto raffreddare bene prima nello stampo e quindi in frigo (mi raccomando!).
  8. Una volta raffreddata bene l'ho tolta delicatamente dallo stampo rimuovendo la carta forno.
  9. Ho quindi usato circa 200 gr di lamponi per decorare il bordo superiore della torta e ho messo tre fette di ananas sciroppato al centro, spennellando con poca gelatina neutra.

 

crostata alla crema cottaSpero vi piaccia, a noi tutto sommato è piaciuta davvero molto! 😉

Crostata 100% cioccolato

Ok lo ammetto…. sono una golosona… ah, dite che si era capito? vabbè ognuno ha i propri difetti, via…  tanto per non smentirmi oggi vi propongo una crostata golosissima, al cioccolato, anzi 100% cioccolato….

crostata 100% cioccolato

Dunque, base pasta frolla al cioccolato e farcia (ovviamente) al cioccolato…

Crostata 100% cioccolato
Autore: 
 
Ingredienti
  • PER LA PASTA FROLLA AL CACAO
  • 200 gr di farina debole
  • 125 gr di burro
  • 50 gr di cacao amaro
  • 125 gr di zucchero
  • 50 gr di uova
  • 75 gr di latte (vi consiglio però di unire gradualmente il latte per avere una consistenza ottimale)
  • vaniglia
  • PER LA FARCIA
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di panna da montare
  • 50 gr di zucchero
  • 2 uova
Preparazione
  1. Lavorare insieme gli ingredienti ad eccezione di farina e cacao.
  2. Unire farina e cacao setacciati e porre in frigo almeno una mezz'ora.
  3. Stendere la pasta su una tortiera (io ho usato una tortiera di pyrex unta con olio di oliva) e fatela cuocere in bianco per una ventina di minuti (sopra ho messo un foglio di carta forno con del riso, ma potete usare anche pasta o legumi).
  4. Fate sciogliere il cioccolato fondente nella panna da montare molto calda.
  5. Fate raffreddare bene, quindi mettete in frigorifero almeno mezz'ora.
  6. Montate i 2 tuori con lo zucchero.
  7. Quando saranno diventati chiari e spumosi unite il composto di cioccolato e panna, ormai freddo, e continuare a montare.
  8. Montate le chiare a neve ed unitele delicatamente al composto di cioccolato, panna e tuorli.
  9. Versate il composto sulla pasta frolla al cioccolato e fate cuocere in forno circa 25/30 min. a 180°.
  10. Se durante la cottura la farcia si colorasse troppo, proteggetela con un foglio di alluminio.

Osservazioni:

Buonissima, l’effetto è simile ad una cheesecake cotta, anche se è senza formaggio, quindi è perfetta anche per chi non lo gradisce.
La base a me è venuta piuttosto morbida, potrei aver sbagliato qualcosa io, comunque la prossima volta che la farò diminuirò il latte (quindi, come scritto sopra, vi consiglio di aggiungerne un po’ per volta).
Va detto, inoltre, che essendo senza lievito la pasta frolla rimane piuttosto compatta anche se non dura.
Potete variare l’effetto utilizzando questa farcia su una pasta frolla classica, tipo quella della torta della nonna, il risultato sarà comunque buonissimo.

 

Top