Ciambelline alla ricotta

Mentre aspettate l’arrivo della Befana perchè non preparate un dolcetto veloce e carinissimo?

Vi suggerisco di preparare queste ciambelline alla ricotta che ho preparato (teoricamente per i bimbi) per la sera dell’ultimo dell’anno.

Continue Reading

Torta soffice pesche e panna montata

Oggi vi voglio parlare di un mio fine settimana tipico…

E’ venerdì sera, e non so se a voi è mai capitato, ma guardo nel frigo e trovo della panna da monare in scadenza – perché dovevo fare nonricordoqualedolce ma poi non l’ho fatto per nonricordoqualemotivo – trovo anche le ultime pesche della stagione, ormai pure un po’ bruttine, che chiedono pietà… allora mi sono ricordata di una ricetta, un classico praticamente, un dolce buono, buonissimo, perfetto per la colazione… (la versione originale la trovate qui).

Continue Reading

Gelato al miglio con pralina al sesamo

Ogni tanto mi piace provare cose nuove, cose sane ma che siano pure buone…. questa volta ho provato il miglio ed ho scoperto che è davvero delizioso.

Visto il caldo di questi giorni l’ho “trasformato” in gelato, arricchito con una pralina al sesamo (caramellato).

Continue Reading

Mini mud cake

La mud cake è una torta molto famosa e molto usata nel cake design come base per le torte decorate.

In realtà a me piace non farcita, al massimo con un po’ di ganache sopra (come vedete nella foto: 50% cioccolato fondente e 50% panna da montare). E’ perfetta, secondo me, abbinata con la frutta. Io adoro cioccolato e fragole, ma si prestano benissimo anche le ciliege…

Continue Reading

Occhi di bue

A colazione o merenda a casa le due principesse mangiano sempre con entusiasmo i biscotti, soprattutto quelli fatti con il loro aiuto… pure la principessa disappetente, il che è praticamente un evento.

Oggi ho fatto gli occhi di bue: biscotti di pasta frolla alle mandorle farciti con marmellata (di fragole). Buoni, nutrienti… e pure carini!!

Continue Reading

Panini per hamburger con lievito madre

La prima ricetta salata del blog… praticamente un evento, chissà se si ripeterà.

Però è un lievitato e poi è così bellino, rotondo, lucido… lo perdoniamo anche se ha il sale, no?

panini per hamburger (1)

Ho usato la ricetta di Antonella Scialdone, dal libro La Pasta Madre, modificando giusto un paio di cosette.

I panini li ho fatti di due dimensioni, grandi (da circa 80 g) e piccoli.

Questi che vedete nelle foto sono pezzi da 50 g, perfetti per le(a) mie(a) piccole(a) buongustaie(a)…

Perchè le a tra parentesi?

Il fatto è che la piccola è davvero una buongustaia e li ha spazzolati, chiedendone ancoa, la grande invece, non ha voluto nemmeno assaggiare l’hamburger preparato dalle amorose mani di (sua) mamma… figlia ingrata… evidentemente deve aver preso dal babbo… 😛

panini per hamburger (3)

Panini per hamburger con lievito madre
Autore: 
lievitati
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Adattata da una ricetta di Antonella Scialdone - La pasta madre
Ingredienti
  • 500 g di farina 0
  • 200 g di latte intero
  • 150 g di pasta madre rinfrescata
  • 120 g di uova (2 uova)
  • 100 g di burro
  • 20 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 12 g di sale
  • PER FINIRE
  • 1 uovo e un cucchiaio di latte
Preparazione
  1. Sciogliete il lievito madre con il latte, mescolando finchè non sarà del tutto sciolto.
  2. Aggiungete le uova, la farina, lo zucchero, il miele, ed impastate (a mano o con la planetaria su cui avrete montato il gancio) una decina di minuti.
  3. Aggiungete il sale ed il burro morbido, un pezzetto alla volta.
  4. Fate lavorare l'impasto lentamente se usate la planetaria.
  5. Se avete usato la planetaria ribaltate l'impasto su un piano di lavoro e lavorate ancora qualche minuto.
  6. Fate delle pieghe all'impasto in modo da favorire la formazione della maglia glutinica.
  7. Fate quindi una palla e mettete a lievitare in una ciotola coperta con pellicola.
  8. Dopo la prima lievitazione (3 - 4 ore in inverno, 1 ora in estate) dividete l'impasto in panetti di 80-100 g (o 50 g per i minipanini) e formate delle palline lisce e ben chiuse sotto.
  9. Fate lievitare i panini su una placca da forno (4-6 ore in estate, 8-10 ore in inverno) nel forno spento, coperti con pellicola alimentare (non a contatto).
  10. Prima di infornare spennellate con l'uovo sbattuto con un cucchiaio di latte.
  11. Cuocete a 180° per 30-40 minuti i panini grandi, 20 minuti circa quelli piccoli.

panini per hamburger (4)

 

Muffins con cioccolato al latte

I Muffins con cioccolato al latte sono la soluzione che ho trovato quest’anno per il riciclo delle uova di Pasqua….

muffins-cioccolato-latte (2)

Mi domando infatti come mai le mie figlie non siano tra le “fortunate” che ricevono chili di cioccolato fondente per Pasqua, noi solo al latte. Quest’anno nemmeno uno fondente per errore… e pensare che a me piace solo quello. Tra l’altro riciclare il cioccolato fondente è pure molto più semplice…

Se cliccate sull’ingrediente “cioccolato fondente” che trovate a lato di questa pagina, troverete diverse ricette…

Ma con il cioccolato al latte che ci faccio?

L’anno scorso feci questi brownies (ecco, ora che li ho rivisti li devo rifare, decisamente  🙂 ) ma dal momento che la mia “grande” si è decisa finalmente a mangiare qualcosa di quello che preparo (ovviamente solo se c’è la cioccolata di mezzo) ho pensato di provare qualcosa che potesse andare bene per la colazione.

muffins-cioccolato-latte (3)

Partendo dalla mia ricetta dei muffins al cioccolato (fondente) fatti per iFood,  ho usato il cioccolato al latte delle uova di Pasqua, diminuendo burro e zucchero ed utilizzando un po’ di caffè decaffeinato per smorzare il dolce del cioccolato al latte (non mi vuole proprio piacere, abbiate pazienza).

Ho decorato con gocce di cioccolato fondente perchè in forno si rovinano di meno (la cioccolata al latte delle uova si scioglie facilmente, risultando un po’ bruttina) però potete anche ometterle.

muffins-cioccolato-latte (4)A voi la ricetta 😀

Muffin con cioccolato al latte
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
per 12 muffin
Ingredienti
  • 80 gr di burro morbido
  • 115 gr di zucchero semolato
  • 120 gr di cioccolato al latte sminuzzato
  • 2 uova
  • 250 ml di latte intero
  • 250 gr di farina 00
  • 40 gr di cacao amaro
  • 4 cucchiai di caffè decaffeinato forte
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 50 gr di gocce di cioccolato fondente (facoltativo)
Preparazione
  1. In una ciotola unite la farina, lo zucchero, il cacao amaro setacciato, il lievito, il sale e il cioccolato al latte tritato finemente e mescolate il tutto.
  2. Fate un buco al centro e unite le uova, il latte, il caffè decaffeinato ed il burro morbido.
  3. Amalgamate brevemente con una frusta o un cucchiaio e versate il composto in 12 pirottini.
  4. Se volete potete decorare con le gocce di cioccolato.
  5. Infornate a 160° per i primi dieci minuti, continuate quindi la cottura a 180° per altri 10 minuti, controllando prima di sfornare con uno stecchino che dovrà venire fuori asciutto.

muffins-cioccolato-latte (5)Ah se mai vi interessasse… alla “grande” sono piaciuti un sacco 😉

Torta di fragole

Il dolce è molto buono, forse la dose della sucrée un po’ scarsina (io ne ho preparata di più per non correre rischi e con gli avanzi ho fatto delle buonissime crostatine), mentre la crema per la farcitura piuttosto abbondante, per questo in caso vi consiglio di abbondare con la sucrée e con quello che vi avanza potete fare altre piccole tortine, da decorare con frutta varia, tanto questa crema (una diplomatica “leggera” in pratica) sta bene con tutto.Nuova ricetta per il Cakes Lab, questo mese stiamo testando Michel Roux, il suo Frolla e Sfoglia, quando ho visto questa ricetta non ho resistito alla tentazione di usare le prime fragole, certo, non saranno saporite come a maggio, comunque devo dire che dopo un anno che non le mangiavo mi sono sembrate buone come non mai….

torta alle fragole1.1 Torta-di-fragole11Torta-di-fragole10

Panna, crema pasticcera, pasta sucrée e fragole… una delizia…

Torta di fragole
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Ingredienti
  • Ingredienti:
  • 220 gr di pasta sucrée*
  • 750 gr di fragole mature e profumate
  • 300 gr di crema chantilly**
  • 150 gr di crema pasticcera ***
  • qualche rametto di menta
  • zucchero a velo per spolverare
  • *Pasta Sucrée (per circa 520 gr)
  • 250 gr di farina
  • 100 gr di burro, tagliato a dadini,ammorbidito
  • 100 gr di zucchero a velo, setacciato
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • ** Crema Chantilly (per 600 gr)
  • 500 ml di panna da montare ben fredda
  • 50 gr di zucchero a velo o sciroppo di zucchero
  • un pizzico di vaniglia in polvere o i semini raschiati da un baccello di vaniglia
  • ***Crema Pasticcera (per 750 gr)
  • 6 tuorli
  • 125 gr di zucchero
  • 40 gr di farina
  • 500 ml di latte
  • 1 baccello di vaniglia, aperto per il lato lungo, un po' di zucchero a velo o burro
Preparazione
  1. Preparate la pasta sucreée:
  2. Versare la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettere al centro il burro, lo zucchero a velo e il sale e mescolateli con la punta delle dita.
  3. Incorporate piano piano la farina, lavorando delicatamente l'impasto finchè assume una consistenza grumosa.
  4. Rifate la fontana e aggiungete le uova. Incorporate al composto di farina, lavorando con la punta delle dita, finchè l'impasto comincia a stare insieme.
  5. Quando l'impasto è ben amalgamato, lavorate un po' di polso finchè diventa liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per 1-2 ore prima di usarla.
  6. Quando l'impasto ha riposato ed è il momento di usarlo, togliete la pellicola e stendetelo su un piano leggermente infarinato fino a 2-3 mm di spessore.
  7. Preparate la crema chantilly:
  8. Mettete in una ciotola fredda la panna, la vaniglia e lo zucchero a velo o lo sciroppo e lavorate con lo sbattitore elettrico a velocità media per 1-2 minuti, poi a velocità alta per 3-4 minuti, finchè la crema comincia ad addensarsi; non lavoratela troppo.
  9. Preparate la crema pasticcera:
  10. Sbattete i tuorli con un terzo dello zucchero finchè il composto cade a nastro dalla frusta. Incorporate la farina.
  11. Scaldate il latte con il resto dello zucchero e il baccello di vaniglia. Appena prende il bollore, versatelo nel composto a base di uova, mescolando. Rimestate bene e versatelo di nuovo in pentola. Portate a ebollizione su fuoco medio, mescolando continuamente con la frusta. Lasciate sobbollire per 2 minuti e versatelo in una ciotola. Cospargete la crema pasticcera con lo zucchero a velo o il burro a fiocchetti perchè freddandosi non si formi una pellicina. Prima di usarla eliminate il baccello di vaniglia.
  12. Preparate il dolce:
  13. Stendete la pasta sucrée in un disco di 2-3 mm di spessore e rivestite un anello per torte di 18 cm di diametro e 2,5 cm di altezza. Mettete in frigorifero per almeno 20 minuti.
  14. Scaldate il forno a 190° C. Bucherellate il fondo del guscio di pasta. Cuocete in bianco (rivestite il guscio di pasta con la carta da forno e riempitelo con uno strato di pesi - fagioli secchi o pesi da forno in ceramica - che tenga schiacciato l'impasto evitando che si gonfi in maniera non uniforme) per 40 minuti finchè è completamente cotto, togliendo i pesi per gli ultimi 15 minuti. Togliete l'anello, trasferite il guscio su una griglia e lasciate raffreddare.
  15. Se le fragole sono grandi, tagliatele a metà, altrimenti lasciatele intere. Incorporate delicatamente la crema chantilly alla crema pasticcera e riempite il guscio con questo composto. Sistemateci sopra le fragole, ammonticchiandole un poco al centro.
  16. Fate scivolare al torta su un piatto da portata, decorate con rametti di menta e spolverate leggermente con lo zucchero a velo prima di servire.

Il dolce è molto buono, forse la dose della sucrée un po’ scarsina (io ne ho preparata di più per non correre rischi e con gli avanzi ho fatto delle buonissime crostatine), mentre la crema per la farcitura piuttosto abbondante, per questo in caso vi consiglio di abbondare con la sucrée e con quello che vi avanza potete fare altre piccole tortine, da decorare con frutta varia, tanto questa crema (una diplomatica “leggera” in pratica) sta bene con tutto.

Biscottini in pasta sablée e il nuovo crazy taste

Nuovo libro del mese nel Cakes Lab, nuovo Crazy Taste…. questa volta testiamo Frolla e Sfoglia di Michel Roux e con tutte le bellissime basi proposte da questo grande pasticcere volevamo proporre qualcosa di versatile ma anche estremamente gustoso per cui abbiamo scelto la pasta sablée che si presta benissimo per crostate, biscotti e quant’altro…

A me è piaciuta tanto anche al naturale per cui ho fatto dei semplicissimi biscotti….

biscotti-sablèe3 biscotti-sablèe5

 

Biscottini in pasta sablée
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Ingredienti
  • 200g di burro a temperatura ambiente*
  • 250g di farina
  • 100g di zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • un pizzico di sale
  • (aromi a piacere: scorza di limone - vaniglia - scorza di arancia)
Preparazione
  1. Versare la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettere al centro il burro, lo zucchero a velo e il sale e lavorateli con la punta delle dita, poi aggiungete i tuorli e incorporateli delicatamente, sempre con la punta delle dita.
  2. Piano piano unite tutta la farina al composto, lavorando delicatamente l'impasto finche non diventa omogeneo.
  3. Formate un palla e lasciate riposare il composto avvolto da una pellicola fino al momento dell'utilizzo.
  4. Dopo almeno 1 ora di riposo in frigorifero stendete la pasta a circa 3 - 4 mm di spessore e ricavate dei biscotti.
  5. Cuocete in forno statico per circa 10 min a 170°

biscotti-sablèe1

* devo spendere qualche parola sul burro perchè questo tipo di pasta mi ha fatto penare non poco ultimamente…  Ho provato, infatti, a fare la sablée con il burro bavarese (molto morbido e “plastico” all’utilizzo) e pur rimanendo buonissimi di sapore e molto friabili perdono terribilmente la forma in cottura, per questo io credo che per questo genere di frolla utilizzerò il burro nostrano, ma se avete occasione di provare fatemi sapere la vostra opinione.

Diapositiva1

Vi aspettiamo nel Crazy Taste, non mancate!

lemon_chiffon_cake

Fluffosa al limone ovvero Lemon Chiffon Cake di Martha Stewart

Ormai tra le bloggalline lo Chiffon è stato ribattezzato Fluffosa, come dissi qui tempo fa, ed è diventata una vera e propria mania… perciò, dovendo provare per il Cakes Lab “Cakes” di Martha Stewart non ho resistito dalla tentazione di provare la sua versione dello Chiffon e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta, sebbene la conversione delle cup in grammi non sia mai precisa, ma questo “problema” vale per tutti i dolci americani, si sa…

Lemon chiffon cake1

La ricetta della sig. Martha è per uno stampo da 18 cm, il mio invece è da 24 perciò ho dovuto modificare le dosi, ed è venuto un po’ abbondante, tanto che non ho potuto capovolgerlo da quanto era grossa la cupola, ma comunque è venuto davvero buonissimo!!!

Lemon chiffon cake2

Ecco la ricetta per uno stampo da 24 cm (potete usare comunque anche una teglia alta senza buco centrale, NON antiaderente: basterà non imburrarla nè infarinarla)

Lemon Chiffon Cake
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
per uno stampo da 24 cm
Ingredienti
  • 5 uova grandi
  • 200 gr di farina
  • 300 gr di zucchero
  • 80 gr di olio di mais o girasole
  • 130 gr di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di bicarbonato (circa 5 gr)
  • la scorza grattugiata di 2 limoni + 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • ½ cucchiaino di cremor tartaro (circa 5 gr)
Preparazione
  1. Preriscaldate il forno a 160°, setacciate insieme farina, bicarbonato di sodio e zucchero.
  2. In una grande ciotola mescolate i tuorli, l'acqua, la scorza di limone ed il succo e vaniglia.
  3. Aggiungete la miscela di farina e sbattete finchè non sarà ben amalgamata.
  4. Sbattete gli albumi qualche minuto quindi aggiungete il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno montati a neve ben ferma.
  5. Aggiungete ⅓ di albumi alla miscela di farina e tuorli, quindi i restanti ⅔ molto delicatamente in modo da non smontare l'impasto.
  6. Trasferite l'impasto in una teglia non imburrata nè infarinata da 24 cm e cuocere circa 60/70 min. Fate la prova stecchino, deve uscire completamente asciutto.
  7. Sfornate il dolce e farlo freddare capovolto. Quando sarà completamente freddo passate un coltello lungo i bordi e sformarlo. Cospargetelo con zucchero a velo prima di servire.

Lemon chiffon cake4

 

Top