amici a cena, biscotti, feste

Gingerbread

Sono terribile, ultimamente ho scritto pochissimo… però grazie allo #scambioricette delle Bloggalline ho trovato una ricetta perfetta per il periodo.

gingerbread (2)

La ricetta di cui vi sto parlando è di Monica di Cakegardenproject ed è quella dei gingerbread, biscotti speziati tipici dei paesi anglosassoni e del nord Europa tradizionalmente preparati nel periodo dell’avvento.

Spesso vengono fatti a forma di omino cicciotto, io non ho ancora quello stampino e mi sono dovuta “accontentare” di più semplici stelline ed alberelli di natale.

Li ho decorati con ghiaccia reale con il “fondamentale” aiuto delle mie due pasticcere in erba…

gingerbread (8)

Gingerbread
Autore: 
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo Totale: 
 
Ingredienti
  • 1 uovo intero a temperatura ambiente
  • 350 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di miele (io 100)
  • ¼ di cucchiaino di polvere di chiodi di garofano
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere (io 1)
  • 2 cucchiaini di cannella (io 1)
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale
Preparazione
  1. In un pentolino a bagnomaria fare sciogliere il miele con il burro (io in microonde).
  2. Passare al setaccio la farina con il bicarbonato e il cacao
  3. Sbattere l’uovo con lo zucchero finchè diventa soffice e spumoso.
  4. All’uovo e lo zucchero aggiungere la farina, il cacao e il bicarbonato insieme alle spezie e aggiungere a filo, il burro con il miele fuso.
  5. Impastare e avvolgere il panetto ottenuto (che è piuttosto morbido non spaventatevi) nella pellicola e far riposare per una notte in frigorifero. Dopo 12 ore circa la pasta è pronta per fare i biscotti (io ho aspettato solo qualche ora, basterà controllare quando la pasta sarà indurita allora potrete fare i biscotti).
  6. La cottura è a 160°C per 10-15 min (io ho cotto a 180° per 10/11 min).

Come vedete dalla ricetta io ho ridotto le dosi delle spezie perchè a me non piacciono troppo speziati, ma è questione di gusti, vi assicuro che sono comunque buonissimi.

Per i decori ho fatto una ghiaccia reale piuttosto consistente cioè ho aggiunto (a mano) zucchero a velo setacciato ad un albume finchè non ho ottenuto dei picchi di ghiaccia abbastanza sodi da non ricadere subito giù (conistenza “off peaks”).

Normalmente la dose per questo tipo di ghiaccia è 1:5 o 1:6 ovvero cinque o sei volte il peso dell’albume in zucchero a velo.

Ho usato un conetto fatto con la carta da forno piegata ed un paio di beccucci piccolissimi della wilton (nn. 3 e 1s).

gingerbread (1)gingerbread (13)gingerbread (12)

3 thoughts on “Gingerbread

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Rate this recipe: